• Servire, non servirsi
  • Liberi nella verità

Articoli e discorsi


Intervista a Giovanni Palladino su don Luigi Sturzo

Il . Inserito in Servire l'Italia

Sono quattro le cause di beatificazione in corso per uomini politici italiani: Alcide De Gasperi, Giorgio La Pira, Luigi Sturzo e Aldo Moro. Il 24 novembre prossimo il processo in essere per don Sturzo giungerà al primo importante “traguardo” della chiusura positiva della fase diocesana, ossia della fine della lunga istruttoria svolta dal Tribunale del Vicariato di Roma. Da quel momento la causa di beatificazione passerà sturzoper il giudizio finale alla Congregazione Vaticana per le cause dei santi presieduta dal Card. Angelo Amato. Lo ha annunciato il 23 settembre scorso Mons. Francesco Maria Tasciotti, Giudice Istruttore del suddetto Tribunale, in un convegno promosso dalla Diocesi e dal Rotary di Caltagirone sul tema: “Don Luigi Sturzo figlio di Caltagirone e gloria d’Italia”.

La causa è stata promossa più di 15 anni fa dal Centro Internazionale Studi Sturziani, allora presieduto da Giovanni Palladino, figlio dell’esecutore testamentario di don Sturzo (l’economista Giuseppe Palladino, scomparso nel 1994), e ora Segretario Generale di SERVIRE L’ITALIA (Movimento Sturziano), una Associazione di cultura politica.

Don Luigi Sturzo un maestro per l’Italia di oggi e di domani - di Marco Vitale

Il . Inserito in Servire l'Italia

   Nel processo della propria autoformazione, ciascuno finisce per scoprire da sé i suoi maestri. Io ho finito per sceglierne soprattutto tre: Luigi Sturzo, Adriano Olivetti, Carlo Cattaneo. Tre personalità molto diverse tra loro: un grande pensatore e politico; un grande imprenditore; un grande economista-sociologo. Tutti e tre nei decenni scorsi sembravano sempre più accantonati. Ma negli anni più recenti tutti e tre, e soprattutto i primi due, sono stati oggetto di una intensa riscoperta.                    downalod pdf

Incontro culturale sulla battaglia garibaldina di Vezza d’Oglio del 4 luglio 1866 - Intervento di Marco Vitale

Il . Inserito in Servire l'Italia

 

Incontro culturale sulla battaglia garibaldina

di Vezza d’Oglio del 4 luglio 1866

 

Intervento di Marco Vitale

(Presidente Onorario dell’Associazione Amici del Monumentale di Milano):

L’esercizio della memoria

Con alcuni dei rappresentanti di Vezza d’Oglio ci siamo incontrati il 18 febbraio 2017 al Cimitero Monumentale di Milano, in occasione dello svelamento della bella tomba monumentale del Maggiore Nicostrato Castellini. Nato a Rezzato (BS), garibaldino, valoroso soldato, comandante del secondo battaglione bersaglieri volontari, impegnato e caduto nella battaglia di Vezza d’Oglio del 4 luglio 1866. Oggi riposa al Cimitero Monumentale di Milano in una delle prime tombe monumentali di questo cimitero colmo di testimonianze storiche della nostra Regione. La bella tomba era in sofferenza per i segni del tempo, ed è stata recentemente restaurata, a cura degli Amici del Monumentale di Milano, e grazie a generose donazioni di artisti contemporanei, di eredi di importanti scultori e di tanti “piccoli ma graditissimi mecenati”.

Genesi e sviluppo del popolarismo sturziano

Il . Inserito in Articoli e discorsi

EUGENIO GUCCIONE
Università degli Studi di Palermo
Intervento
Genesi e sviluppo
del popolarismo sturziano
___
In occasione del gemellaggio tra il Lions Club di Siracusa e il Lions Club di Caltagirone
Sala consiliare comunale di Caltagirone, 17 giugno 2017, ore 10


   È quanto mai opportuno oggi, assediati come siamo da movimenti populisti di vario colore, cogliere l’essenza, capire cosa si debba intendere per populismo e per popolarismo, perché la comune etimologia, la comune radice dei due termini, potrebbe trarre in inganno.